L’importanza del numero di pasti per chi va in palestra

Quando si va in palestra per migliorare il nostro stato di salute e il nostro benessere fisico, l’alimentazione è uno degli aspetti da non sottovalutare per nessun motivo.

L’alimentazione serve infatti a fornire l’energia necessaria, così come le proteine necessarie, per poterci sottoporre agli sforzi che andremo a fare, ma in questo caso non conta solamente quanto si mangia, ma anche come si mangia: infatti è molto importante calcolare bene il numero di pasti giornalieri nell’alimentazione da palestra.

Il numero di pasti

Il numero di pasti da consumare ogni giorno è di cinque. È ormai un dato assodato che oltre ai classici colazione, pranzo e cena debbano essere aggiunti alla nostra giornata anche due spuntini, uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio, da fare anche se siamo al lavoro.

Questi due pasti ulteriori, per chi va in palestra, hanno una serie di conseguenze positive:

  • Il metabolismo dell’organismo, ovvero quella serie di procedimenti che scompongono le sostanze nutritive che abbiamo nel sangue per produrne energia, non si ferma mai e questo fa sì che non arrivino le sostanze “tal quali”, così come le abbiamo introdotte, nei siti di accumulo. In altre parole, si tende a ingrassare meno.
  • Visto che per andare in palestra dobbiamo seguire delle diete ipercaloriche, ovvero introdurre un po’ più energia di quella che ci sarebbe necessaria (perché ne abbiamo bisogno per la palestra), questo consente di non arrivare troppo affamati al pasto successivo che andremo a fare. Se arriviamo troppo affamati a pranzo o (di solito) a cena rischiamo di mangiare con troppa voracità e questo impedisce di assorbire al meglio tutti i nutrienti, ottenendo così di non assimilarne alcuni che non saranno quindi disponibili quando faremo attività fisica.
  • Chi fa palestra di solito la fa in due momenti precisi della giornata (posto che lavori) che sono la pausa pranzo e il tardo pomeriggio, insomma quando si esce dal lavoro alle 6-7 di sera. Per avere nel sangue, a disposizione, le sostanze nutritive da utilizzare alla necessità, queste vanno introdotte un paio di ore prima dell’attività: è per questo che uno spuntino alle 11 (ponendo la pausa pranzo alle 13) o alle 16 (ponendo la palestra alle 18) sono ideali per assumere, tramite uno yogurt, della frutta, del latte, zuccheri che saranno stati assorbiti e saranno disponibili nel sangue nel momento in cui andiamo in palestra, così da averli a disposizione nel momento dello sforzo.
Integratori Consigliati ai nostri lettori
Gh Balance Somatodrol

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

Questo sito è stato creato a carattere puramente informativo e tutte le informazioni inserite non si possono sostituire in alcun modo al rapporto medico-paziente. Vedi il certificato del Ministero della Salute nella categoria degli integratori alimentari. Certificato Nr. 50095