Chair Yoga: benessere psicofisico a lavoro e per gli anziani

Lo Chair Yoga è una nuova tipologia di yoga, che prevede che le asana vengano eseguite direttamente seduti. Questo tipo di yoga, fa si che sia accessibile a persone che accusano difficoltà motorie, o non riescono a spostarsi con facilità da una posizione eretta ad una posizione seduta, ad esempio. Anziani, soggetti con problematiche di schiena, vertebrali o articolari. In questo modo, lo yoga diventa possibile per tutti.

Molte delle dinamiche, con le quali ci si addentra in un’asana, vengono mantenute e rispettate, indipendentemente dalla posizione del praticante. Seduti sulle sedie, gli studenti possono eseguire torsioni, stiramenti, piegamenti in avanti e lievi affondi.

Chi può fare lo Chair Yoga?

Queste lezioni, di Chair Yoga, sono più ampiamente disponibili nei centri per anziani e nelle case di riposo, poiché gli anziani sono il pubblico di riferimento più grande, ma anche le persone obese o e le persone con malattie neurologiche, diventano buoni candidati per provare il metodo. Non dimentichiamoci chi lavora. Spesso non si ha troppo tempo per andare in palestra. Siamo afflitti da ore e ore di lavoro, magari alla scrivania. Lo Chair Yoga diventa quindi indispensabile, ai lavoratori che vogliono prendersi 10 minuti di pausa, con rilassamento e stiramento della muscolatura, per rinvigorire la mente e rinfrescare i muscoli.

Come dev’essere la sedia?

Poichè nello Chair Yoga il verbo è “adattabilità”, non ci si dovrebbe sorprendere se che la sedia di casa sia perfetta per la pratica. Non è importantela sedia che vorrai utilizzare. Vanno bene qualsiasi tipo, l’importante è..praticare!

Le uniche limitazioni sono le sedie con eventuali rotelle, o quelle da ufficio, poichè spesso si rivelano instabili. In questo caso dev’essere presente un blocco apposito alle ruote, o un tappetino che faccia attrito.

Alcune posizioni dello Chair Yoga

Chair Yoga posizione del Gatto: siediti sulla sedia con entrambi i piedi poggiati sul pavimento. Metti le mani sulle ginocchia, o sulla parte superiore delle cosce. Inspira. Inarca quindi la colonna vertebrale spingendo il petto in fuori e mentre espiri con forza, riporta le spalle al loro posto e continua così: come l’asana del gatto. Inspira ed espira inarcando verso il basso il busto.

Chair Yoga – Urdhva Hastasana: inspira e porta le braccia verso il soffitto. Lascia che le scapole scivolino dietro la schiena, che si allunga verso l’alto. Stira i muscoli più che riesci, stando ben ancorata sulla sedia, dopo di che, espira e ritorna alla posizione iniziale.

Chai Yoga Utthita Parsvakonasana: inspirando piegati in avanti. Espira e porta la punta del dito sinistro sul pavimento all’esterno del piede sinistro. Apri il torace e mentre ruoti il busto verso destra, poi inspira di nuovo e porta il braccio destro verso il soffitto. Questa è una versione del guerriero laterale. Abbassa il braccio destro espirando e tornando alla posizione iniziale. Esegui anche con l’altro braccio.

Chair Yoga posizione dell’aquilaGarudasana: incrocia la coscia destra sopra la coscia sinistra per la posizione dell’aquila. Se riesci, avvolgi il piede destro attorno al polpaccio sinistro. Incrocia il braccio sinistro su quello destro al gomito. Piega i gomiti e avvicina i palmi delle mani. Solleva i gomiti mentre allarghi le spalle. Inspira mentre lo fai e trattieni la posizione per almeno cinque secondi. Espira e rilascia, ripetendo nell’altro verso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

Questo sito è stato creato a carattere puramente informativo e tutte le informazioni inserite non si possono sostituire in alcun modo al rapporto medico-paziente. Vedi il certificato del Ministero della Salute nella categoria degli integratori alimentari. Certificato Nr. 50095